• karmen83

"Il flamenco arabo" - di Ilenia Borrelli e Francesca Giacometti



Il flamenco arabo o flamenco orientale è una danza etnica contemporanea di fusione. Questa danza ha la caratteristica unica di fondere in sé due mondi, due culture sorelle, due danze: il flamenco e la danza orientale.

Nel flamenco arabo si mescolano le sonorità e la morbidezza delle danze dei paesi arabi, con l’energia e l’intensità dei gitani dell’Andalusia. Tale “incontro” dà vita a uno stile unico che permette ai danzatori di esprimersi in un ampio ventaglio interpretativo il cui linguaggio si manifesta attraverso

movenze fluide e morbide del bacino, proprie della danza orientale, arricchite dalla postura, dai movimenti di braccia e mani e dallo studio della ritmica tipici del flamenco.

L’allieva che si approccia ad un corso di flamenco arabo inizierà un viaggio alla scoperta di ben due danze, di cui apprenderà aspetti culturali e tecnici, eventuali punti in comune, differenze, aneddoti.

E’ a discrezione dell’insegnante, della coreografa o della performer decidere quanto, in percentuale, fondere dell’una e dell’altra danza nel proprio percorso di insegnamento in modo da poter esprimere e tramandare al meglio, il proprio stile e la propria interpretazione di “fusione”.

La teoria più accreditata, tra i vari studi riguardanti la zingarologia, fa risalire le origini del flamenco probabilmente al XV secolo, quando il popolo gitano, proveniente dai paesi a nord dell'India, si stanziò in Andalusia, un’area reduce da una lunghissima dominazione araba, che ancor vive nelle numerose forme artistiche presenti tuttora in architettura, arte, musica e letteratura. Tra tante “Muwashahat”, una forma poetica araba che include musica e canto, un genere musicale colto i cui testi esprimono i pensieri e i sentimenti di amore, gioia e dolore del poeta.

A seguito della caduta del califfato nel 1942 l’espulsione e la conseguente migrazione degli arabi verso il Nord Africa ha portato questa forma artistica in tutto il medio Oriente, soprattutto in Egitto. E’ proprio in Egitto, negli anni ’50, che nasce lo stile danzato del Muwashahat, grazie alla ricerca storica e culturale e l’estro creativo del più grande coreografo di danza e folklore orientale: Mahmoud Reda.

Spesso si tende a confondere il flamenco arabo con lo stile arabo-andaluso (Muwashahat) proprio per l’assonanza dei nomi e la provenienza ma è bene chiarire che sono due stili diversi. Il flamenco arabo, a differenza dell’arabo-andaluso considerato uno stile appartenente al passato, è una fusione contemporanea del flamenco unito alla danza orientale (o viceversa).

Nel corso degli ultimi 20 anni diverse danzatrici hanno iniziato a sperimentare la fusione tra le due danze, fino ad arrivare ad oggi dove il linguaggio del flamenco arabo risulta sempre più strutturato, sebbene in continua evoluzione, ed accoglie l’interesse di un numero crescente di allievi.

Sull’onda di questo fermento nasce “Aflamencado”, primo evento (workshop e spettacolo) incentrato sullo studio e la diffusione del flamenco arabo. (per maggiori info: https://www.facebook.com/aflamencadoevent/) Questo progetto nasce nel 2017 da un’idea di Francesca Giacometti e Ilenia Borrelli, insegnanti e coreografe partenopee.



Lo scopo di Aflamencado non è solo di diffondere il flamenco arabo, ma di portare nel mondo del flamenco i contenuti e gli aspetti della danza orientale e nel mondo della danza orientale quelli del flamenco. La conoscenza reciproca e l’interazione dei due stili sono l’essenza per una sana, completa e armoniosa fusione, che possa sempre più arricchire il bagaglio culturale di ogni danzatore. Il flamenco arabo rappresenta ciò che di più profondo è l’animo umano.



Ilenia Borrelli e Francesca Giacometti sono insegnanti coreografe e performer di flamenco arabo ! Il loro amore nei confronti di questa danza le ha portate ad abbracciare il progetto di diffusione e divulgazione. Ad oggi, grazie alla loro esperienza nel campo della danza orientale, unita al continuo e costante studio del flamenco, sono una voce in capitolo nel settore della danze etniche di fusione.

64 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti